ORTODONZIA / Classica

CON I DENTI DIRITTI LA VITA TI SORRIDE!

L’ortodonzia, anche chiamata ortognatodonzia, è quella particolare branca dell’odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari; essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

ORTODONZIA: NON SOLO PER I BAMBINI E ADOLESCENTI, MA ANCHE PER GLI ADULTI!

Nel bambino l’ortodonzia svolge un ruolo fondamentale non solo di cura, ma anche e soprattutto di prevenzione. La corretta crescita della bocca e del viso può essere alterata da numerosi fattori, genetici o acquisiti, che individuati precocemente, permettono di affrontare e risolvere problemi che andando avanti con gli anni diventerebbero più difficili da trattare.
Nell’adolescente invece si possono ottenere non solo lo spostamento dei denti, ma anche importanti effetti ortopedici che ci permettono di guidare o stimolare la crescita delle strutture scheletriche del giovane paziente verso un corretto equilibrio funzionale.
Ci sono molti adulti che vorrebbero migliorare il proprio sorriso, ma pensano che i denti non si muovono più quando si è “grandi” e non vogliono affrontare il disagio estetico di indossare un apparecchio fisso.
Non esistono invece limiti di età per fare ortodonzia, i denti si spostano a qualunque età. Inoltre gli apparecchi d’oggi sono più confortevoli da portare che in passato e le nuove tecnologie come l’Invisalign permettono in gran parte dei casi di ottenere un buon risultato con un apparecchio invisibile.

Classica1Classica2

La pratica ortodontica consiste sostanzialmente in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali.

  • Terapia chirurgica: si attua estraendo quei denti che ostacolano l’allineamento e l’articolazione degli altri o la corretta posizione dento-facciale.
  • Terapia meccanica: si attua mediante la costruzione di diversi tipi di apparecchi che potremo suddividere in apparecchi mobili e apparecchi fissi.
SCEGLI L’APPARECCHIO GIUSTO: TI AIUTIAMO NOI!

Quando si parla di metodi di cura in ortodonzia si pensa sempre alla distinzione tra apparecchio mobile e apparecchio fisso come fossero uno in alternativa all’altro. In realtà, svolgono azioni diverse e sono quindi impiegati in relazione al tipo di cura necessaria.
Gli specialisti dell’Istituto KIBA sanno sempre indicare al paziente quale terapia è più utile e conveniente a seconda delle problematiche presenti.

Apparecchi Mobili

Sono definiti mobili tutti quegli apparecchi che possono essere inseriti e rimossi dal paziente.
Gli apparecchi mobili si usano per l’ortodonzia intercettiva, in quei trattamenti funzionali e ortopedici usati nei casi in cui si debbano intercettare fattori sfavorevoli per la crescita o si debba ricondizionare e rieducare la muscolatura, oppure per stimolare la crescita delle strutture scheletriche, svolgendo anche un’importante funzione preventiva.
L’Invisalign è anch’esso un apparecchio rimovibile e trasparente, che sposta specificatamente i denti. Scopri i suoi vantaggi nella sezione dedicata di questo sito.

Apparecchi Fissi

Sono definiti fissi tutti quegli apparecchi che possono essere rimossi solo dal dentista e non dal paziente, che rimangono attaccati ai denti 24 ore su 24.
Gli apparecchi fissi utilizzano forze di elementi meccanici (come ad esempio attacchi incollati singolarmente ad ogni dente, fili ortodontici, elastici e molle) che che di volta in volta attivati dall’ortodontista KIBA permettono il riposizionamento dentale e lo spostamento dei denti.
Questo trattamento ortodontico viene usato in genere su pazienti con dentatura permanente,

Classica3Classica4