MEDICINA ESTETICA / Botulino

“DISTENDI” LE TUE RUGHE D’ESPRESSIONE CON IL BOTOX®!

LA TOSSINA BOTULINICA:
cos’è e come viene utilizzata in medicina estetica

La tossina botulinica è una proteina neurotossica prodotta dal batterio Clostridium Botulinum.
La sua azione interrompe la comunicazione tra nervo e muscolo, bloccando la contrazione di quest’ultimo.
Quindi quando viene iniettata nei muscoli mimici del visoprovoca una riduzione della loro attività attenuando così le rughe d’espressione, provocate dalla contrazione di questi muscoli.
Ed è per questo che in campo estetico vengono usati farmaci che contengono la tossina botulinica, nel caso specifico quella purificata di tipo A come il BOTOX®.

La Tossina Botulinica è indicata nei trattamenti per:

  • rughe orizzontali della fronte
  • rughe interciliari
  • rughe delle labbra (intorno alla bocca)
  • rughe e solchi glabellari (tra le sopracciglia)
  • zampe di gallina (rughe intorno agli occhi)
  • rughe di espressione

Botulino1

La tecnica e i risultati

L’effetto di questa incredibile tossina “spiana” rughe, che ha quasi soppiantato il lifting chirurgico della fronte, inizia a essere evidente entro le prime 24-72 ore. Il picco massimo del trattamento si ha intorno al 30° giorno, mentre la durata sembra mantenersi sino a 3-6 mesi.
Il trattamento con il botulino (Botox®) è ambulatoriale, senza ricovero e senza anestesia, e dura circa 15-20 minuti. La tossina botulinica viene iniettata con una piccola siringa in moderata quantità all’interno dei muscoli mimici.

I RISULTATI SONO IMMEDIATAMENTE VISIBILI
LA RIPRESA DELLE NORMALI ATTIVITÀ È IMMEDIATA

E’ importante ricordare che il botulino è utile per ridurre o eliminare soltanto le rughe e i solchi provocati dall’azione dei muscoli mimici, ma non è efficace se le rughe sono provocate dall’ invecchiamento cutaneo o se si tratta di rughe o solchi della pelle molto profonde.

Effetti collaterali

Il Botox® o i prodotti contenenti il botulino sono ampiamente sperimentatI da molti anni in campo oculistico e nel campo della medicina estetica e non vi sono particolari controindicazioni o complicanze.

Controindicazioni

L’utilizzo della tossina non è raccomandato durante gravidanza e allattamento, in caso di allergia ad eccipienti usati nella preparazione del farmaco e in pazienti che hanno problemi neuromuscolari.

Solo dopo una accurata visita il chirurgo può stabilire il trattamento con la tossina botulinica più indicato per ottenere il massimo risultato estetico e la massima durata nel tempo della correzione dell’inestetismo, evitando indesiderati effetti collaterali e valutando tutte le eventuali controindicazioni.
Ricordiamo che il nome commerciale Botox®, e tutti i marchi o i nomi registrati che abbiamo citato nella presente pagina, appartengono ai rispettivi e legittimi proprietari.

Richiedi una visita per valutare con lo staff di specialisti di Medicina Estetica dell’Istituto KIBA la soluzione adatta a te ed alle tue esigenze di bellezza.

L’invecchiamento del volto:
perchè accade?

Il cedimento dei tessuti e la comparsa delle rughe sul viso è determinato dall’azione combinata di elementi interni ed esterni. I fattori interni sono correlati al normale processo genetico d’invecchiamento le cui caratteristiche sono scritte nel DNA dei nostri geni, mentre quelli esterni sono rappresentati soprattutto dalle condizioni ambientali e dallo stile di vita.
Le modificazioni che con il tempo il volto assume nella maturità e nella vecchiaia sono provocate dalla continua e permanente sollecitazione che i suoi tessuti subiscono per l’azione dei muscoli mimici e della forza di gravità. Nella pelle che invecchia si assiste inoltre ad un rallentamento del turnover cellulare, con un progressivo indurimento (cheratinizzazione) dell’epidermide, la cute si assottiglia, diventa atrofica, perde la sua elasticità e la naturale capacità di rigenerazione, scivolando progressivamentevi sopra i tessuti e i muscoli sottostanti del viso, formando rughe, solchi e avvallamenti.
Il decadimento cutaneo provocato da fattori esterni, tra cui eccessiva esposizione a sole, sbalzi di temperatura, agenti chimici, inquinamento e fumo, non fa che accelerare e peggiorare quanto determinato dalle cause interne.
Nell’invecchiamento foto-indotto la grana della pelle diventa spessa, le rughe profonde e irregolari, conseguenti a una produzione “anarchica” di tessuto elastico anomalo (elastosi), alla degradazione e perdita del collagene, nonché ad una importante compromissione della capacità rigenerante dei vasi.

Conta anche lo stile di vita
L’invecchiamento precoce è causato solo per un terzo da fattori genetici, quindi interni e, ad oggi, non modificabili. I restanti due terzi, invece, sono dovuti a fattori esterni, modificabili con uno stile di vita sano e con una attenta cura della persona.